È morto Guido Rossi: fu commissario Figc durante Calciopoli
Si prega di disabilitare gli script di anti adblock per visualizzare questa pagina
NAV
Ciao, ospite! Accedi o Registrati su Stertix.it
LoginRegistrati
Registrati adesso è GRATUITO

Appena entrato avrai:
Norton Safe Web Connessione HTTPS Sicura

Registrati Adesso!

Pubblicità


Facebook Twitter Linkedin MySpace Technorati Digg

È morto Guido Rossi: fu commissario Figc durante Calciopoli

92 Visualizzazioni


ROMA - È morto a 86 anni Guido Rossi, avvocato e giurista ex presidente della Consob e di Telecom. Esperto di diritto societario, salì alla ribalta delle cronache sportive nell'estate del 2006, quando fu nominato commissario straordinario della Figc dopo lo scandalo Calciopoli e la Federazione assegnò a tavolino lo scudetto 2005-2006 all’Inter a causa delle penalizzazioni di Juventus e Milan).

LA VITA - Nato a Milano, si laurea in Giurisprudenza all'Università di Pavia nel 1953, conseguendo nel giugno 1954 il Master of Laws all'Università di Harvard. Già docente universitario di Diritto commerciale e di Diritto privato comparato a Trieste, Venezia, Pavia e Milano, nel 1981 viene nominato presidente della Consob. Eletto senatore per la Sinistra Indipendente nella X Legislatura (dal 1987 al 1992), è promotore della legislazione antitrust in Italia. In seguito guida la Ferfin-Montedison e Telecom Italia. Nel 2006 viene nominato commissario straordinario della Figc per gestire la situazione di emergenza creatasi dopo lo scandalo di Calciopoli. Il 15 settembre 2006, dopo le dimissioni di Marco Tronchetti Provera, viene nominato nuovamente presidente di Telecom Italia, incarico che lascerà il 6 aprile 2007. L'anno successivo diventa consulente della Fiat, nel tentativo di rilanciare la società in crisi di vendite. Il 4 maggio 2011 viene nominato garante etico della Consob, carica dalla quale si dimette il 26 ottobre 2012. (in collaborazione con ItalPress)


Fonte: www.corrieredellosport.it






contatore