Barcellona, furgone contro la folla: almeno 13 morti e decine di feriti
Si prega di disabilitare gli script di anti adblock per visualizzare questa pagina
NAV
Ciao, ospite! Accedi o Registrati su Stertix.it
LoginRegistrati
Registrati adesso è GRATUITO

Appena entrato avrai:
Norton Safe Web Connessione HTTPS Sicura

Registrati Adesso!

Pubblicità


Facebook Twitter Linkedin MySpace Technorati Digg

Barcellona, furgone contro la folla: almeno 13 morti e decine di feriti

53 Visualizzazioni


Il terrorismo torna a colpire l'Europa. Sono ore di paura e angoscia a Barcellona, dove intorno alle 17 un furgone è piombato sulla Rambla, dalla parte vicina a Plaza de Catalunya, centrando e falciando a 80 km/h una folla di decine di cittadini e turisti per circa 600 metri fino alla piazza del mercato della Boqueria. Il ministro degli Interni della Generalitat di Barcellona ha confermato, attorno alle 18:30,"un solo decesso e 32 feriti, di cui dieci gravi", sottolineando però come il bilancio sia destinato a salire, con i media locali che riferiscono della morte di almeno 13 persone. Le stesse forze dell'ordine hanno confermato la matrice terroristica dell'attentato, con l'Isis che ha poi rivendicato l'attacco minacciando nuove offensive nei confronti dell'Europa e della Spagna.
LA DINAMICA — Secondo le prime ricostruzioni, il furgone bianco responsabile dell'attacco avrebbe bruciato un semaforo rosso prima di schiantarsi su uno dei chioschi che si trovano sul marciapiede che separa le corsie della Rambla destinate alle auto. Secondo numerosi testimoni il van procedeva a gran velocità su una traiettoria a zig-zag, apparentemente in un tentativo deliberato di investire il maggior numero di persone possibile. Una, forse due le persone presenti sul furgone al momento dell'attentato.
CENTRO BLINDATO — La zona è stata immediatamente circondata dai Mossos d'Esquadra, la polizia catalana, con parecchie ambulanze già accorse sul posto. Chiuse anche le stazioni della metropolitana così come quelle dei treni, con la Generalitat di Barcellona che ha poi fermato il trasporto pubblico in tutto il centro della città. Centinaia i turisti rimasti chiusi negli alberghi attorno alla Rambla. La polizia starebbe anche cercando un secondo van, che il responsabile (o i responsabili) di quanto accaduto sulla Rambla a Barcellona avrebbe affittato per fuggire.
IN FUGA — Dopo l'attentato l'autista è fuggito a piedi con un altro soggetto e, armato, si è blindato in un ristorante turco, sempre sulla Rambla, facendo degli ostaggi in un numero non ancora definito. La polizia sta al momento trattando con i due attentatori blindati nel locale, mentre è stato già reso noto un identikit del (primo), un individuo alto 1,70 metri, con una maglietta bianca e azzurra. Secondo l'identificazione fatta dalla Guardia Civil il furgone utilizzato nell'attentato è stato noleggiato da Driss Oukabir, giovane residente in Spagna ma di origine magrebina. L'Unità di Crisi della Farnesina è intanto al lavoro per verificare l'eventuale presenza di connazionali.


Fonte: www.gazzetta.it






contatore