India, condannato il santone induista per lo stupro di due seguaci: almeno 14 morti p
Si prega di disabilitare gli script di anti adblock per visualizzare questa pagina
NAV
Ciao, ospite! Accedi o Registrati su Stertix.it
LoginRegistrati
Registrati adesso è GRATUITO

Appena entrato avrai:
Norton Safe Web Connessione HTTPS Sicura

Registrati Adesso!

Pubblicità


Facebook Twitter Linkedin MySpace Technorati Digg

India, condannato il santone induista per lo stupro di due seguaci: almeno 14 morti p

73 Visualizzazioni


SONO saliti a 14 i morti nei violenti scontri esplosi in India tra la polizia appoggiata da militari e i seguaci del "guru luccicante" Ram Rahim Singh. La violenza si è scatenata alla notizia che i giudici avevano ritenuto il guru colpevole di stupro. I dimostranti sono stati affrontati con lacrimogeni e idranti, testimoni parlano di colpi esplosi. Ci sarebbero anche un centinaio di feriti. Distrutti due furgoni delle televisioni che seguono l'evento. Alla fine, circa mille persone sono state arrestate.

Rahim Singh è arrivato in tribunale accompagnato da un convoglio di oltre 100 Suv. E se n'è andato a bordo dei veicoli dell'esercito per essere portato in prigione. Gurmeet Ram Rahim, giudicato da uno speciale tribunale della polizia criminale, è stato riconosciuto colpevole di violenze sessuali, denunciate da due ex seguaci. I dettagli della condanna saranno resi pubblici il 28 agosto.I fatti risalgono al 2002, quando 'Rock Guru', così soprannominato dai suoi seguaci per le composizioni musicali e gli atteggiamenti da rockstar, avrebbe violentato due sue adepte. E ancora, nel 2015 è stato accusato di aver indotto alla castrazione 400 seguaci a partire dal 2000, perché riuscissero ad avvicinarsi di più 'all'illuminazione'. Accusa formulata grazie alla denuncia di uno degli eunuchi pentiti.


Fonte: www.repubblica.it






contatore