India, disordini dopo la condanna del guru: almeno 28 morti e 1000 arresti
Si prega di disabilitare gli script di anti adblock per visualizzare questa pagina
NAV
Ciao, ospite! Accedi o Registrati su Stertix.it
LoginRegistrati
Registrati adesso è GRATUITO

Appena entrato avrai:
Norton Safe Web Connessione HTTPS Sicura

Registrati Adesso!

Pubblicità


Facebook Twitter Linkedin MySpace Technorati Digg

India, disordini dopo la condanna del guru: almeno 28 morti e 1000 arresti

48 Visualizzazioni


Ventotto persone sono morte in India nei disordini avvenuti in seguito alla condanna per violenza sessuale del guru Gurmeet Ram Rahim. Il coprifuoco è stato imposto nelle città di Panchkula e Sirsa, e misure speciali sono state introdotte anche a Noida, alla periferia di New Delhi.

Sono oltre centomila i seguaci di Ram Rahim Singh che si sono radunati nella capitale dello stato di Haryana in attesa del verdetto: le autorità hanno messo in campo oltre 600 agenti in assetto antisommossa in previsione dei possibili disordini provocati da un'eventuale condanna. Come previsto dal sistema britannico, in seguito al verdetto di coplevolezza, l'entità della pena verrà stabilita da una giuria decisa dal giudice e resa nota il 28 agosto. L'agenzia di stampa Pti riferisce di oltre 1000 arresti, 28 morti e 250 feriti. Secondo fonti ufficiali, gli scontri avvenuti a New Delhi e in altre città del Punjab, dell'Haryana e del Rajasthan, sono stati molto violenti.


Fonte: msn






contatore