Google e Microsoft: uniti per fare gli hamburger del futuro
Si prega di disabilitare gli script di anti adblock per visualizzare questa pagina
NAV
Ciao, ospite! Accedi o Registrati su Stertix.it
LoginRegistrati
Registrati adesso è GRATUITO

Appena entrato avrai:
Norton Safe Web Connessione HTTPS Sicura

Registrati Adesso!

Pubblicità


Facebook Twitter Linkedin MySpace Technorati Digg

Google e Microsoft: uniti per fare gli hamburger del futuro

69 Visualizzazioni


Bill Gates e Google si sono uniti per dare vita alla più grande rivoluzione tecnologica dei prossimi anni. Ottima carne sintetica, prodotta del tutto in laboratorio.

La produzione della carne in laboratorio è un sogno divenuto realtà già molti anni fa. Il primo pioniere fu Russell Ross, che riuscì nel 1971 a riprodurre in vitro alcune fibre muscolari del maiale. Nel 2002 la prima carne commestibile, ‘filetti di cellule di pesce rosso’ ad opera del NSR/Tuoro Applied BioScience Research Consortium.
Mentre nel 2013 è arrivata la prima dimostrazione pubblica; a Londra 20.000 strisce sottili di tessuto muscolare bovino hanno composto il primo hamburger.
Ma la svolta è rappresentata dalla startup californiana Memphis Meats. Questa ha raccolto ben 22 milioni di dollari per completare lo sviluppo della cosiddetta “carne pulita” e arrivare sul mercato entro il 2021. Tra i finanziatori, alcuni dei big dell’economia mondiale come Google, Bill Gates, Richard Brandson e Cargill.

[Immagine: fu0aaHN.jpg]

La Memphis Meats è stata fondata da tre scienziati: Uma Valeti, Nicholas Genovese e Will Clem. L’idea fondante è stata espressa dalla CEO che dichiara: “Amiamo la carne. Tuttavia il modo convenzionale di produrre carne oggi crea problemi per l’ambiente, la salute degli animali e la salute umana” L’azienda non solo è riuscita a raccogliere fondi milionari per produrre carne di manzo ma ha anche annunciato il completamento del primo laboratorio al mondo per la produzione di carne sintetica di pollo e di anatra.
I risultati della degustazione sono stati più che positivi: la carne artificiale sa rispettivamente di manzo, pollo e anatra con grande soddisfazione dei degustatori.

[Immagine: ZD7Nf1Z.jpg]

Questa nuova tecnologia sta trovando grande entusiasmo, perché potrebbe rappresentare una soluzione per i numerosi problemi etici ed ambientali legati all’allevamento animale. Un esempio sono le emissioni di gas serra e il consumo di acqua. Non va tralasciata poi la fetta di popolazione che decide di non consumare carne proprio per evitare le crudeltà contro gli animali.

[Immagine: LPz1P7F.jpg]









contatore