Musica, sagre e passeggiate nella natura: cosa fare a Bologna nel fine settimana
Si prega di disabilitare gli script di anti adblock per visualizzare questa pagina
NAV
Ciao, ospite! Accedi o Registrati su Stertix.it
LoginRegistrati
Registrati adesso è GRATUITO

Appena entrato avrai:
Norton Safe Web Connessione HTTPS Sicura

Registrati Adesso!

Pubblicità


Facebook Twitter Linkedin MySpace Technorati Digg

Musica, sagre e passeggiate nella natura: cosa fare a Bologna nel fine settimana

89 Visualizzazioni


BOLOGNA - È arrivato uno dei weekend più caldi dell’estate, 5-6 agosto, ma nonostante le temperature gli eventi per passare una serata diversa o un pomeriggio in allegria non mancano. Si inizia da Crevalcore con lo spettacolo «Il Mercante di monologhi», pensato in occasione del festival Sementerie, e si continua al Fienile Fluò, dove dopo una cena a ritmo di jazz, si cede la strada agli alberi attraverso una passeggiata-spettacolo immersi nella natura. E ancora «Musica da vedere» al Museo internazionale e biblioteca della Musica, la Sagra del Tortellone, Molino Celtica e le serate in pista al Ca’ de Mandorli.
SEMENTERIE - A Crevalcore dalle 19 apre il bar con una piccola cucina e dalle 20 numeri di varietà con gli artisti del giorno per la notte delle Sementerie. Alle 22 si continua nel teatro di paglia con l’ultimo spettacolo della rassegna, Il Mercante di monologhi, di Matthias Martelli accompagnato dalla fisarmonica in scena di Matteo Castellan. Uno spettacolo buffo e dallo sguardo affilato: quattro monologhi di quattro personaggi grotteschi e surreali (ingresso a 10 euro). In via Scagliarossa 74 all’interno di una piccola azienda agricola nella campagna di Crevalcore si trovano una sala teatrale, una foresteria e altri spazi in evoluzione-allestimento-ristrutturazione. Il progetto di Sementerie è nato in seguito al terremoto 2012 che ha costretto l’azienda ad una ridefinizione degli spazi agricoli danneggiati.

SOTTO LE STELLE - E uscimmo a rivedere le stelle. Sabato sera, dalle 19.30, all’agriturismo Dulcamara si cena sotto le stelle, dalle 19.30, e alle 21.30 si osserva la volta celeste con l’astrofilo al punto panoramico. La serata si concluderà per le 23-23.30 circa. Da portare con sé una coperta, una torcia, un maglioncino per il fresco. L’evento si terrà anche in caso di mal tempo, con una proiezione nel salone polivalente. Per partecipare all’osservazione non è necessaria la prenotazione. Ad Ozzano dell’Emilia in via Tolara di Sopra 78.

ALLE SERRE – Alle Serre dei Giardini Margherita sabato, dalle 21, si esibisce il Salieri Govoni Negrelli Trio che si propone in una celeberrima formazione della storia del jazz che concilia pianoforte (Jacopo Salieri), contrabbasso (Nicola Govoni) e batteria (Fausto Negrelli). L’organico del trio, ricorrente nei musicisti afroamericani, si rivela ideale nella valorizzazione della tradizione e contemporaneamente idoneo alla ricerca e alla sperimentazione. Saranno accompagnati da un’ospite speciale: il sassofonista Stefano Melloni, docente al dipartimento jazz del conservatorio di Ferrara. Domenica ci si sveglia presto perché dalle 10 alle 17 è in programma Matinée: un set acustico che mette in moto la giornata, dai sogni alla lucidità, fino al tramonto. Dalle 18 invece si va sulla luna con il laboratorio di circo e teatro pensato per i più piccoli e dalle 19.30 sono in programma altri giochi e rocambolesche acrobazie aree.

ARTE – A Dozza prove generali di murales dipinti. Fino al 29 ottobre, nella Rocca sforzesca, è possibile visitare la mostra #Murales, promossa dalla Fondazione Dozza Città d’Arte e dal Comune di Dozza, con il patrocinio della Regione. In esposizione ci sono circa 80 opere, metà delle quali portano la firma del maestro accademico bolognese Bruno Saetti (già direttore dell’Accademia delle Belle Arti di Venezia). È una vera e propria mostra dedicata proprio a lui, con opere derivanti da collezioni private e prestate dal figlio Riccardo Saetti, insieme a veri capolavori come Il giudizio di Paride che nel 1928 gli ha consentito l’accesso alla Biennale di Venezia.

CA’ DE MANDORLI – Continuano anche i sabati d’agosto le serate al Ca’ de Mandorli a San Lazzero di Savena. Sabatp si parte alle 20 con il ristorante, alle 22.30 salgono sul palco i Limbo Tree. Una formazione bolognese di tutto rispetto, nata da un’idea di Fabrizio Luca, percussionista che ha collaborato con Vinicio Capossela, Pulp Dogs, e con il padrino dello ska Laurel Aitken. La passione per i ritmi jamaicani viene condivisa con Alessandro Bigi, cantante, chitarrista e armonicista (Pestafango, Cookoomackastick) e con Franco Barletta detto Jamaica (Neffa, Angela Baraldi, Federico Poggipollini) al basso. La band ripercorre la storia della musica jamaicana, dal Calypso allo ska, dal Rocksteady al reggae, fino a raggiungere echi di dub strumentale, attraverso le canzoni più rappresentative dei vari stili. E da mezzanotte si balla su due piste.

MOLINO CELTICA –Per tutto il weekend, a Molino del Pallone (Granaglione) arriva la festa Molino celtica. Una rievocazione storica con musica, giochi e gastronomia a tema: zuppa di cipolle, cinghiale, tigelle, zuppa di farro, frittata alle erbe, tigelle. Degustazione birre artigianali, tra cui la locale birra alle castagne Beltaine dal nome celtico. Dalle 15 al parco fluviale.

CINEMA SOTTO LE STELLE – Continuano i film sotto le stelle della Cineteca di Bologna, a partire dalle 21.45 in piazza Maggiore. Sabato è in programma «La voglia matta» di Luciano Salce e domenica «La vita agra» di Carlo Lizzani.

SAGRA DEL TORTELLONE – Per tutto il weekend a Biagioni di Granaglione è in programma la Sagra del vero tortellone montanaro: la 30a edizione della festa di paese dedicata al tortellone artigianale. Mentre a Borgo Suzzano di Cereglio (Vergato) c’è la Festa del Borgo. Serate con gastronomia tipica montanara, musica e animazioni nella suggestiva borgata antica.

FIENILE FLUò – Sabato, dalle 19.30, al Fienile Fluò di via Paderno è in programma una cena a ritmo di jazz. Sullo sfondo delle vigne, Diane Peters, arpista australiana di livello internazionale, suonerà dal vivo l’arpa, per una serata veramente magica. Solo su prenotazione, inviare una mail a info@fienilefluo.it. Mentre domenica, dalle 18, passeggiata-spettacolo con Angelica Zanardi (voce narrante), Pasquale Mirra (percussioni) e la guida escursionistica Alessandro Conte. Performance teatrale prodotta da Crexida. Davanti all’albero l’essere umano si mette a sognare e come scrisse Kafka: «In un bosco ci sono così tante cose a riflettere sulle quali si potrebbe stare per anni sdraiati sul muschio».

MUSICA – Domenica metti un pomeriggio d’estate di «Musica da vedere» al Museo internazionale e biblioteca della Musica. Alle 10.30 e alle 16 visite guidate alla scoperta delle collezioni del Museo della Musica con Giuseppe Ayroldi Sagarriga. Un percorso guidato attraverso sei secoli di storia della musica parlando di libri, dipinti, strumenti a partire da Palazzo Sanguinetti, splendido palazzo storico sede del museo. Ingresso: biglietto museo (5 euro intero, 3 euro ridotto)


Fonte: http://corrieredibologna.corriere.it






contatore