Nba preview, Chicago Bulls: è l'anno zero. Conta solo ricostruire
Si prega di disabilitare gli script di anti adblock per visualizzare questa pagina
NAV
Ciao, ospite! Accedi o Registrati su Stertix.it
LoginRegistrati
Registrati adesso è GRATUITO

Appena entrato avrai:
Norton Safe Web Connessione HTTPS Sicura

Registrati Adesso!

Pubblicità


Facebook Twitter Linkedin MySpace Technorati Digg

Nba preview, Chicago Bulls: è l'anno zero. Conta solo ricostruire

44 Visualizzazioni


La stagione parte con una richiesta. Licenziate Paxson e Forman. La scritta, condita da un hashtag, capeggia su un cartellone a pochi isolati dallo United Center, finanziato da una campagna di crowd-funding tra tifosi. Un assaggio del malcontento diffuso che attanaglia la città di Chicago, ora che pure gli ultimi rimasugli dell’era Thibodeau sono spariti. Eppure, dopo anni di scelte interlocutorie, la franchigia ha finalmente preso una direzione precisa. Dolorosa ma necessaria. Jimmy Butler è stato spedito a Minnesota, proprio alla corte dell’ex allenatore. Una mossa con ritorni modesti, ma obbligata per evitare di perderlo a zero. Rondo, nome tanto altisonante quanto inutile per il futuro, è stato giustamente lasciato partire. Lo stesso potrebbe toccare a Wade nelle prossime settimane. Rimane un roster spolpato, inesperto, e senza troppo talento. Ricostruirlo sarà l’obiettivo primario per le prossime stagioni.
probabile quintetto — Kris Dunn, Dwyane Wade, Zach LaVine, Bobby Portis, Robin Lopez.
principali riserve — Lauri Markkanen, Paul Zipser, Jerian Grant, Nikola Mirotic (se rinnova), Cristiano Felicio.
coach — Fred Hoiberg









contatore