F1 GP Bahrain, Prove Libere 2: Ferrari al comando con Raikkonen davanti a Vettel
Si prega di disabilitare gli script di anti adblock per visualizzare questa pagina
NAV
Ciao, ospite! Accedi o Registrati su Stertix.it
LoginRegistrati
Registrati adesso è GRATUITO

Appena entrato avrai:
Norton Safe Web Connessione HTTPS Sicura

Registrati Adesso!

Pubblicità


Facebook Twitter Linkedin MySpace Technorati Digg

F1 GP Bahrain, Prove Libere 2: Ferrari al comando con Raikkonen davanti a Vettel

72 Visualizzazioni


Ancora una volta, e come è stato in Australia fino alla domenica in gara, Kimi Raikkonen è davanti a Vettel. Il finlandese della Ferrari ha chiuso infatti al comando la seconda sessione di Prove Libere in Bahrain, con il miglior tempo di 1:29.817. A 11 millesimi il compagno di box – unico con Kimi a scendere sotto il muro dell’1:30 – mentre le due Mercedes, con Bottas davanti a Hamilton, finiscono a mezzo secondo dal vertice. Verstappen si rifà del tempo perduto nelle FP1 e si prende la quinta piazza, precedendo la RB14 di Ricciardo, leader invece nelle Libere 1. Hulkenberg, Gasly, Alonso e Vandoorne completano la top ten.

Cronaca – Magnussen con la Haas è il primo a lasciare i box, mentre sulla pista di Sakhir è calato il sole e si sono accese le luci per illuminare la pista a giorno. La temperatura dell’asfalto è scesa a 30°C. Il primo crono arriva a pochi minuti dal via, ed è firmato proprio dal danese: con la gomma soft fa segnare 1:33.366, seguito dal compagno di box, su medium. Gomma gialla usata per Raikkonen, che sale in testa in 1:30.689. Primo crono anche per Ricciardo, che si porta alle spalle della Rossa, staccata di soli 62 millesimi.

Primo giro cronometrato anche per Vettel, che si mette a dettare il passo in 1:30.041, a parità di gomma con Bottas alle sue spalle. Tutti i piloti in pista sono su gomma soft, ad eccezione di Hamilton, in quinta posizione e con gomma medium, e di Hulkenberg, Hartley, Grosjean, Ericsson e Sirotkin, che completano la classifica. A trenta minuti dal via, Ferrari davanti a Mercedes. Seguono quindi Raikkonen, Ricciardo, Hamilton, Verstappen, Vandoorne, Gasly, Alonso e Sainz, a occupare le prime dieci piazze. Raikkonen è il primo a passare alla mescola rossa per la simulazione di qualifica: ottiene subito il miglior tempo e si porta in vetta, con 1:29.817. Vettel lo segue a 11 millesimi, a parità di gomma. Poi Bottas, Hamilton, Ricciardo, Hulkenberg, Gasly, Alonso, Verstappen, unico su mescola soft tra i primi dieci, e Vandoorne.

Verstappen è l’ultimo a montare la gomma supersoft, e ottiene il quinto tempo quando si è già oltre la metà della sessione. A poco a poco si passa alla simulazione di gara: Raikkonen si mantiene al comando davanti a Vettel, Bottas, Hamilton, Verstappen, Ricciardo, Hulkenberg, Gasly, Alonso e Vandoorne.

Lavoro differenziato in casa Ferrari, con Vettel che gira su soft e Kimi con le supersoft. Mescola rossa anche per Ricciardo e Bottas, mentre Hamilton decide poi di ripassare alle medium: con questa gomma il britannico si trova perfettamente a suo agio, e fa segnare ottimi tempi sul giro. A una decina di minuti dalla fine, la Ferrari di Raikkonen parcheggia a bordo pista: ma nessun allarmismo, al finlandese non hanno fissato bene l’anteriore destra dopo il pit stop.

I minuti scorrono veloci, e la bandiera a scacchi conferma che il più veloce è comunque lui: Kimi Raikkonen, leader della giornata davanti al compagno di squadra Vettel.


Fonte: repubblica






contatore