Papa: nessuno resti cieco davanti a sofferenze cristiani del Medio Oriente
Si prega di disabilitare gli script di anti adblock per visualizzare questa pagina
NAV
Ciao, ospite! Accedi o Registrati su Stertix.it
LoginRegistrati
Registrati adesso è GRATUITO

Appena entrato avrai:
Norton Safe Web Connessione HTTPS Sicura

Registrati Adesso!

Pubblicità


Facebook Twitter Linkedin MySpace Technorati Digg

Papa: nessuno resti cieco davanti a sofferenze cristiani del Medio Oriente

56 Visualizzazioni


"Nessuno di noi deve rimanere cieco davanti alle sofferenze dei nostri fratelli e sorelle cristiani in Medio Oriente che, per guerre fratricide e fanatismi religiosi, sono costretti ad abbandonare le loro case o sono forzati a lasciare le loro terre".

E' l'esortazione di Papa Francesco contenuta nel messaggio - a firma del cardinale segretario di Stato vaticano Pietro Parolin - inviato in occasione dell'annuale raduno dei Cavalieri di Colombo e rilanciato da Radio Vaticana.

Il Pontefice esprime gratitudine ai Cavalieri per "il supporto a questi perseguitati" invitando a pregare "per coloro che sono nella necessità; per la conversione dei cuori; per la fine della spirale di violenza, odio e ingiustizie in quell'area del mondo". Papa Francesco identifica proprio "nell'esperienza dell'amore e della potenza di Dio e nella tradizione della storia dell'Ordine il vero carisma dei Cavalieri di Colombo, unione fraterna e caritatevole di laici, lavoratori, mariti e padri".

Papa Francesco, viaggio di ritorno dall'Egitto 29 aprile 2017 (Ap Photo) Fornito da Rai News Papa Francesco, viaggio di ritorno dall'Egitto 29 aprile 2017 (Ap Photo)
Il Papa auspica che "i Cavalieri possano generosamente rispondere a questa sfida rinforzando la propria vocazione laica per lottare a favore della santificazione del mondo, svolgendo le quotidiane responsabilità con spirito evangelico e rivelando Cristo con la testimonianza della propria vita. In questo modo - prosegue il messaggio papale - aiuteranno a creare solide fondamenta per una società rinnovata, a cambiare i cuori e a costruire la pace".

​"Le radici hanno tenuto"

"Le radici hanno tenuto": con questo titolo l'Osservatore Romano commenta il rapporto della Cnewa, la Catholic Near East Welfare Association, sui cristiani che vivono nel Medio Oriente.

Sono complessivamente 14.525.880 i cristiani mediorientali che vivono tra Cipro, Egitto, Iraq, Israele, Giordania, Libano, Cisgiordania, Gaza, Siria, Turchia e nella città santa di Gerusalemme, paesi che messi insieme contano una popolazione di circa 258 milioni di abitanti", ricorda il quotidiano vaticano.

"Il dato, riferito alla prima metà del 2017, mostra un calo di 213.780 fedeli se messo a confronto con quello analogo del 2010, quando i cristiani erano 14.739.660. Tuttavia le radici cristiane di questi territori martoriati hanno tenuto, nonostante i terribili attacchi di questi anni", sottolinea l'Osservatore Romano.


Fonte: msn






contatore