Roma, mamma e figlie travolte dalle onde: il bagnino atleta si tuffa e le salva
Si prega di disabilitare gli script di anti adblock per visualizzare questa pagina
NAV
Ciao, ospite! Accedi o Registrati su Stertix.it
LoginRegistrati
Registrati adesso è GRATUITO

Appena entrato avrai:
Norton Safe Web Connessione HTTPS Sicura

Registrati Adesso!

Pubblicità


Facebook Twitter Linkedin MySpace Technorati Digg

Roma, mamma e figlie travolte dalle onde: il bagnino atleta si tuffa e le salva

86 Visualizzazioni


A Ladispoli un bagnino pallanuotista salva mamma e figlie che rischiavano di affogare. La donna, una 50enne romana in vacanza a Ladispoli, e le due figlie di 17 e 8 anni erano state risucchiate dalla forte corrente di libeccio. Terrore due giorni fa davanti allo stabilimento Bagni 33 di via Regina Elena. La madre e le due sorelle si trovavano in acqua in balia delle onde quando il bagnino Leonardo Gismondi, giovane pallanuotista, non ha perso un secondo tuffandosi e raggiungendo a nuoto le tre bagnanti in difficoltà a oltre 70 metri dalla battigia.

«Le eccellenti capacità acquatiche di Gismondi, abituato a lottare in acqua perché pallanuotista nel team di Cerveteri, hanno permesso di mantenere in sostentamento le tre donne e trarle in salvo», ha detto il suo allenatore Mario Monti. Fondamentale l'intervento del bagnino dello stabilimento Roma, Fernandez Carlos tuffatosi in mare ad aiutare il collega. «Complimenti ai due assistenti bagnanti - ha spiegato sempre Monti - che con coraggio hanno affrontato la libecciata dell'altro ieri, salvando tre vite umane».









contatore