Violenza sessuale su un disabile minorenne: arrestato 21enne
Si prega di disabilitare gli script di anti adblock per visualizzare questa pagina
NAV
Ciao, ospite! Accedi o Registrati su Stertix.it
LoginRegistrati
Registrati adesso è GRATUITO

Appena entrato avrai:
Norton Safe Web Connessione HTTPS Sicura

Registrati Adesso!

Pubblicità


Facebook Twitter Linkedin MySpace Technorati Digg

Violenza sessuale su un disabile minorenne: arrestato 21enne

69 Visualizzazioni


BOLOGNA - Avrebbe violentato un minorenne, suo vicino di casa, affetto da deficit cognitivi. Con la pesantissima accusa di violenza sessuale aggravata i carabinieri del comando provinciale di Reggio Emilia hanno per questo arrestato un 21enne residente (che a quanto si apprende avrebbe un permesso di soggiorno come richiedente asilo) in un Comune della Bassa Reggiana, eseguendo l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale reggiano su richiesta della Procura, a sua volta concorde con gli esiti investigativi dei militari.

LA VICENDA - Il giovane si trova ora agli arresti domiciliari, a disposizione della magistratura. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri il 21enne, approfittando delle condizioni delle difficoltà del minorenne, non ancora quattordicenne e affetto da deficit cognitivi, lo avrebbe condotto in un luogo isolato dove, dopo avergli intimato di abbassarsi i pantaloni, lo avrebbe violentato. Il tutto si sarebbe svolto la sera del 10 luglio scorso quando l’uomo, che abita poco lontano dalla piccola vittima, ha avvicinato il bambino mentre giocava in sella alla bicicletta proponendogli di fare una passeggiata. Raggiunta una zona isolata, in aperta campagna, avrebbe poi abusato sessualmente del bambino. Tornata a casa, la vittima ha raccontato tutto ai genitori. Il minore è stato così condotto in ospedale per le cure del caso, dove è stata accertata la violenza. Da qui è scattata la denuncia dei carabinieri. Le indagini, coordinate dal Pm Maria Rita Pantani, che peraltro in forma protetta ha anche escusso il minore, hanno portato all’acquisizione «di incontrovertibili elementi di responsabilità» a carico del 21enne e al suo arresto.


Fonte: corrieredibologna.corriere.it






contatore